Turismo, gli operatori delle Eolie: calo del 30%

PALERMO. Gli operatori turistici delle Eolie si lamentano: stagione nera c'é un calo del 30 % di presenze. "Adesso i conti non tornano - dicono gli operatori turistici - La crisi alle Eolie si fa sentire. A fine stagione diverse attività chiuderanno i battenti. Si è lavorato per coprire le spese e per pagare le tasse. Non si può pensare che con gli ultimi giorni di invasione turistica si può salvare la stagione, perché è proprio da dimenticare...". Le Eolie ormai sono in mano al turismo escursionistico. Con i vaporetti che giornalmente arrivano dalla Sicilia e dalla Calabria sbarcano anche 5-6 mila turisti "mordi e fuggi". L'afflusso di yacht è diminuito di un 30%. Nei pontili galleggianti è ancora possibile trovare un posto barca. Da sabato 18 agosto nuovi balzelli: dopo il ticket di un euro si aggiungerà la tassa di sbarco di 50 centesimi, per visitare il castello si pagheranno 4 euro e per il museo è già in vigore il ticket di 6 euro, così come di 3 euro per scalare i vulcani e di un euro e 50 per tuffarsi nel laghetto termale di Vulcano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook