Patti, giro di vite contro gli ambulanti abusivi

L’assessore al Bilancio, Gioacchino Pipitò: il nuovo regolamento sulla gestione degli stalli ha fatto triplicare gli incassi tributari
Messina, Cronaca

PATTI. Adesso gli ambulanti pagano tutti. Ciò ha fatto triplicare gli introiti del Comune di Patti. Incomincia a dare i primi frutti il nuovo sistema messo in atto dall'amministrazione comunale ed in particolar modo dall'assessore al bilancio e tributi Gioacchino Pipitò. "Grazie all'istituzione del nuovo piano che regola soprattutto la gestione dei posteggi durante le festività o manifestazioni, siamo in grado di controllare chi li occupa e nello stesso tempo ricevere l'importo dovuto, eliminando completamente la possibilità dell'evasione. Con questo questo nuovo sistema di controllo i risultati sono stati a dir poco straordinari. In alcuni casi - dice Pipitò - gli incassi per il pagamento del suolo pubblico si sono incrementati addirittura del 400%".
Sono questi i primi riscontri che emergono dai controlli sugli ambulanti mobili che operano nelle festività più importanti che si svolgono nel territorio pattese, in primis Santa Febronia, patrona della Città, Madonna Addolorata nella stazione turistica di Marina e Madonna Bruna di Tindari, registrando un incasso complessivo di quasi 11 mila euro rispetto ai circa 4500 degli anni precedenti. "In concreto - prosegue Pipitò - abbiamo dato un maggiore ordine, migliore sistemazione, numerando e assegnando gli stalli aumentando nello stesso tempo il controllo da parte della Polizia Municipale e dell'Ufficio Tributi. A tutto questo, si devono aggiungere le somme decisamente più consistenti che stanno per essere recuperate per i mancati versamenti delle tasse inerenti gli stalli fissi da parte di numerosi operatori commerciali. Infine, anche se ancora non sono in grado di quantificare le cifre, si profila un incremento ancora più consistente sempre dal lato economico, frutto dei controlli effettuati di recenti al mercato generale di Case Nuove Russo nello spazio antistante lo stadio "Gepj Faranda".
Infatti, specie per quanto riguarda le licenze rilasciate dal comune agli operatori del mercato generale sono meno di cinquanta, mentre in realtà ogni settimana sono oltre cento quelli che occupano gli spazi comunali. "Questo nuovo sistema di pagamento e i controlli scattati nei mesi scorsi -conclude Pipitò - si è reso necessario per avviare la lotta all'abusivismo, che attualmente secondo le prime risultanze si aggira intorno al 40%. Adesso, bisognerà rivedere anche le tariffe per il pagamento del suolo pubblico, troppo basse rispetto a quelle applicate in qualsiasi altro comune della zona".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X