Ritardo negli stipendi, allarme tra i dipendenti comunali

I quattromila lavoratori devono ancora percepire i soldi di settembre. Ieri incontro fra i sindacati e il commissario Croce
Messina, Archivio

MESSINA. Anche i 4.000 dipendenti comunali, compresi quelli delle società Partecipate, sono in ritardo con lo stipendio. Devono percepire settembre che come ogni mese doveva essere versato il 27. Ieri mattina il commissario Luigi Croce ha incontrato i sindacalisti di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Diccap e Csa Silpol. Dovranno pazientare sino a fine ottobre quando dovrebbero giungere dallo Stato 8 milioni di euro circa.
In cassa, in questo momento, ci sono poco meno di 80mila euro. Ieri all'incontro erano presenti l'Esperto alle società Partecipate, Nino Dalmazio, il ragioniere generale Ferdinando Coglitore e il segretario generale del Comune Santi Alligo.
I sindacati, in una nota, hanno richiesto al commissario Croce priorità nel versamento degli stipendi ai comunali rispetto agli altri e certezze sugli incassi del Comune. Martedì prossimo Croce illustrerà alle organizzazioni sindacali il Piano. Tra ottobre-dicembre occorrerà attendere il pagamento dell'Imu mentre sono già partite le notifiche ai cittadini per la Tarsu, la tassa per i rifiuti solidi urbani.

Un servizio nell'edizione di Messina del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X