Patti, il Comune accelera i bandi sui campi sportivi

Il sindaco Aquino annuncia un piano di rilancio dello sport in città. Ecco la mappa delle strutture da riqualificare. Si pensa alla gestione dei privati
Messina, Cronaca

PATTI. Nei prossimi giorni saranno pubblicati i bandi per consegnare in affidamento le strutture sportive cittadine. Lo annuncia il sindaco Mauro Aquino illustrando la riqualificazione di tutti gli impianti sportivi esistenti in città e che nella maggior parte delle strutture versano in condizioni di degrado, tanto che non possono essere utilizzati. Tra gli impianti sportivi che saranno affidati in gestione, spicca lo stadio Gepy Faranda che in questi anni è stato gestito dal comune ma con il contributo fondamentale di privati che volontariamente hanno permesso di tenerlo aperto in discreta efficienza. "Sarà un bando -spiega Aquino - che prevede la possibilità di utilizzare questa struttura non solo per l'attività sportiva ma anche per altri eventi in modo da riportarla agli antichi splendori in quanto veniva adibita anche per spettacoli musicali di grossa levatura a livello nazionale”.

Altri bandi sono relativi alle due strutture di Mongiove con campo di calcetto e tennis che verranno affidate ad altrettanti privati che dovranno gestirli mantenendoli in perfetta efficienza. Mentre si sta valutando la possibilità di ristrutturare definitivamente la struttura sportiva del campo di calcetto di San Giovanni per consegnarla in perfetta efficienza alla gestione dei privati. ”In questo modo - conclude Aquino - vogliamo ottenere un duplice risultato: mantenere fruibile da parte dei cittadini delle strutture in un momento in cui la pratica di attività sportive diventa importante soprattutto per le giovani generazioni per crescere con i valori che lo sport trasmette e risparmiare risorse economiche in un periodo in cui vengono meno i trasferimenti da parte dello Stato e della Regione".
In effetti, l'esigenza di trovare una soluzione per riqualificare e ristrutturare gli impianti è avvertita dai giovani che ogni giorno hanno sempre meno spazi per impiegare il tempo libero. In primis, occorre definire la reale situazione dell'ex palazzetto dello sport di via Mazzini, un tempo scenario di grandi eventi sportivi, oggi uno spazio degradato in pieno centro cittadino a pochi passi dall'ospedale "Barone Romeo". Inoltre, a fianco si trovavano due campi da tennis, adesso completamente scomparsi tra le erbacce e il degrado. Stessa situazione nella zona di Catapanello, un tempo punto di riferimento dei giovani pattesi, in quanto erano presenti un campo di basket ed uno di calcetto con ampio spogliatoio. Oggi invece in completo degrado. Ecco perché le iniziative di Aquino se portate a compimento, fornirebbero concrete realtà per un rilancio sportivo in generale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X