Croce: necessario l’aumento dell’Imu

L’ok dell’aula sembra scontato, maggiorazioni dell’0,3 per l’aliquota base e dello 0,2 per l’abitazione principale
Messina, Cronaca

MESSINA. Il commissario del Comune Luigi Croce ha proposto ufficialmente al consiglio comunale l'aumento dell'Imu. Gli esponenti politici si prenderanno una settimana di tempo per decidere e votare ma a quanto pare l'ok sembra scontato.


Giovedì sera l'aula era tornata a riunirsi dov'è arrivata la richiesta di Croce. Il consiglio non ha potuto avviare la seduta per mancanza del numero legale con la caduta della sessione. L'aula tornerà a riunirsi con una prossima convocazione e un nuovo ordine del giorno dei lavori. Croce ha già approvato, con i poteri della giunta, l'aumento dell'imposta municipale propria. Le modifiche delle aliquote dell'Imu per l'anno 2012, stabilite dall'articolo 13 del decreto legge 201 del 2011, prevedono gli aumenti dello 0,3 per cento dell'aliquota base,secondo lo stesso decreto legge e dello 0,2 per cento dell'aliquota per l'abitazione principale e pertinenze.


L'Imu, proposta per il 2012, sarà dell'1,06 per cento come aliquota base e dello 0,6 per cento come aliquota prevista per l'abitazione principale e relative pertinenze. Indicate anche la detrazione di imposta pari a 200 euro, maggiorata di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, a condizione che lo stesso dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale.


Un servizio sul Giornale di Sicilia di oggi, edizione di Messina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X