Patto di stabilità sforato Maximulta a Barcellona

Sarà quantificata in un minor trasferimento di risorse statali per il 2012 di 860 mila euro
Messina, Archivio

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. I consiglieri comunali del Pd, Lorenzo Gitto e Orazio Calamuneri, hanno sollecitato l'amministrazione comunale affinché promuova ricorso legale al Tar contro il decreto ministeriale di applicazione della sanzione comminata al Comune di Barcellona dal Governo Nazionale per il mancato rispetto del patto di stabilità, quantificato in un minor trasferimento di risorse statali per l'anno 2012 di 860.688 euro.
"La sentenza della Corte Costituzionale del 09/08/2012 - sostengono gli esponenti del centrosinistra - su iniziativa del Governo Regionale ha dichiarato l'illegittimità costituzionale della norma che prevedeva l'applicazione diretta del federalismo fiscale alle Regioni a statuto speciale come la Sicilia. Alla luce di questo provvedimento, al fine di far decadere la sanzione economica comminata anche al nostro Comune, sarebbe opportuno valutare l'ipotesi di ricorrere ai giudici amministrativi, così da sgravare il bilancio comunale di un costo rilevante di oltre 800 mila euro, che potrebbe incidere positivamente sull'azione propositiva della stessa Amministrazione Comunale".
L'iniziativa, richiesta del consiglieri del Pd, è stata già avviata da alcuni Comuni della provincia di Messina, che dopo aver sforato il "patto di stabilità", hanno presentato ricorso legale al Tar contro i decreti ministeriali di applicazione delle sanzioni per il mancato rispetto dei parametri.

FL. GU.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook