Compensi ai consulenti, in tre anni spesa di un milione e 200 mila euro

Determinazioni sul sito della presidenza della Regione per l'emergenza Giampilieri e Scaletta. Ad alcuni professionisti oltre 150 mila euro
Messina, Archivio

MESSINA. Un milione e duecentomila euro di consulenze per l'emergenza Giampilieri e Scaletta. Tanto ha speso il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo nella doppia veste di presidente della Regione e di commissario straordinario per l'emergenza alluvione. Le determinazioni, con i nomi, i curricula professionali e i relativi importi sono pubblicate tra tutti gli incarichi affidati dalla Regione nel sito ufficiale della presidenza.
Tra i nomi anche quello di un ventitreenne. Si tratta di Francesco Micali che abita a Giampilieri Superiore. Per lui tre delibere per lo stesso incarico (s’è occupato dei rapporti con la popolazione) che porterà a termine il 31 ottobre prossimo. In tutto: 53.534 euro.
Tanti invece gli ingegneri che si sono occupati di varie materie: progettazione per la ricostruzione, consolidamento, studi geologici, studi di rocce e pendii, pianificazione territoriale, prevenzione, riassetto del territorio. Di seguito elenco e importi lordi erogati: agli ingegneri Antonio Ferraro e Cinzia La Rocca in due diversi periodi coperti nei due anni sono andati rispettivamente 37.482,46 euro e 37.645,28. E ancora: all'ingegnere Marco Nicolosi, 12.001,28. All'ingegnere Antonio Ruggeri (che si è occupato degli aspetti organizzati dell'ufficio del soggetto attuatore), 12.000 euro. In lista anche alcuni architetti: Felice Zaccone, 58 mila euro e Dario La Fauci, 49 mila euro (per l'impegno in tre diversi periodi di riferimento). Gabriele Amato si è occupato nei tre anni post alluvione dell'innovazione tecnologia e del sistema informatico per un costo complessivo di 53.534 euro. Al geologo Vincenzo Pinizzotto sono andati 13.309 euro. Per Angela Fundarò, che si occuperà sino al 31 ottobre del raccordo tra il commissario e gli uffici del soggetto attuatore e dei rapporti con la popolazione e i comitati, sono stati stanziati 42 mila euro. Da supporto al lavoro del soggetto attuatore ha fatto Calogero Sirna sino alla fine di ottobre a partire dal 26 luglio del 2010. Per lui 61.899 euro.
A Nicola Casagli, geologo, tre incarichi in tre diversi periodi. In tutto: 162.466 euro. Agli ingegneri Erminia Raciti e Vincenzo Marco Nicolosi stesso importo e stesso periodo (da novembre 2010 ad ottobre 2011): 25.644 euro. Stesso importo anche per la consulenza del geologo Rosario Caminiti: 25.644 euro. All'ingegnere Michele Maugeri consulenze da 165.332 euro. All'ingegnere Enrico Foti, che si è occupato in particolare dell'assetto idrogeologico, consulenze da 163.832 euro. All'architetto Marco Navarra tre diverse consulenze per tre periodi. Complessivamente: 158.499 euro. Il 31 ottobre scadranno gli ultimi in carica per Calogero Sirna. Marco Navarra, Nicola Casagli, Enrico Foti, Michele Maugeri, Angela Fundarò, Gabriele Amato, Felice Zaccone, Francesco Micali e Dario La Fauci.Quest'ultimo specifica: “Ho portato a termine progetti, due a San Fratello e uno a Scaletta, che valgono 100 mila euro”.
A difendere l'operato dei consulenti anche Antonio Andò, consulente sino a pochi giorni fa di Lombardo per le materie giuridiche e commissario del partito dei Siciliani: «Hanno fatto risparmiare tanti soldi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook