"Catalfamo" senza bidelli, niente mensa per gli alunni

La protesta dei genitori che hanno già pagato i primi 52 euro mensili. Una manifestazione anche davanti al Comune
Messina, Archivio

MESSINA. Nuove lamentele alla scuola materna ed elementare "Giuseppe Catalfamo". Le rappresentanti delle madri hanno informato che per carenza di bidelli il servizio mensa agli alunni non potrà essere erogato. Tra l'altro le mamme hanno già pagato i primi 52 euro mensili per far avere il diritto ai propri figli di restare a tavola durante le lezioni. Ma secondo quanto descritto, l'istituto ha comunicato che servono 5 bidelli per poter attivare la mensa mentre i soldi sono già stati versati da chi ha accettato il prezzo.
Le madri non ci stanno, oggi lo diranno forte, e hanno pure in programma di organizzare una clamorosa protesta al Comune dopo aver informato le forze dell'ordine. Una beffa per i genitori che la scorsa settimana avevano iniziato a dire no ad alcuni provvedimenti presi dall'amministrazione comunale che avrebbe "tagliato" il servizio trasporto e aumentato il costo della mensa. Lo scorso anno scolastico un piatto costava 1 euro mentre da questa stagione costa 1,70: la tariffa mensile è passata da 32 euro a 52 euro mensili e molti non possono permettersi questa spesa perché Palazzo Zanca ha stabilito un'unica soglia di reddito familiare (dai 2.000 ai 15.000 euro) per la mensa.
Un servizio nell'edizione di Messina del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook