Pace del Mela, i cittadini dicono "no" all'elettrodotto

Padre Giuseppe Trifirò ha guidato sino in prefettura una delegazione composta da numerosi componenti dei comitati per ribellarsi all'impianto che la Terna sta costruendo tra le sponde siculo-calabra
Messina, Archivio

MESSINA. Un parroco di Pace Del Mela, padre Giuseppe Trifirò, ha guidato sino in prefettura, una delegazione composta da numerosi componenti dei comitati di cittadini per dire “no” all’elettrodotto “Sorgente Rizziconi” che la Terna sta realizzando tra le due sponde siculo-calabra. Secondo la delegazione l’opera aggraverebbe la situazione ambientale dell’area tirrenica e della vallata del Mela dove già insistono numerose industrie.
Il prefetto uscente Francesco Alecci ha garantito di portare le ragioni dei comitati sul tavolo del governo nazionale. Sull’avvio dei lavori pesa l’esito dei giudizi pendenti davanti al Tar del Lazio. L’elettrodotto rappresenta un’opera da record. Costerà 700 milioni di euro e sarà lungo complessivamente 105 chilometri, trentadue dei quali passeranno sotto lo stretto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook