Topi al museo regionale

L’allarme dei dipendenti, la denuncia del sindacato: pronti a chiedere la chiusura. Alla ditta che si occupava della pulizia della struttura non è stato rinnovato il contratto
Messina, Cronaca

MESSINA. Allarme topi al museo regionale di Messina. I temuti roditori sono stati avvistati a gironzolare per i corridoi del museo dagli stessi impiegati, spaventati e preoccupati per le conseguenze igienico-sanitarie. La raffinatezza degli ambienti museali mal si concilia con gli indesiderati ospiti che hanno trovato rifugio nella struttura di viale della Libertà. A far scattare la denuncia il sindacato Fp Cgil.


Dopo le segnalazioni dei dipendenti ha inviato una nota al direttore del museo ed al dipartimento regionale ai Beni Culturali per chiedere un intervento immediato di disinfestazione e derattizzazione volto a ripristinare le normali condizioni igienico sanitarie. "La presenza dei topi - dichiara il sindacato - è la chiara espressione delle gravi condizioni igieniche in cui versano gli uffici e le tredici sale espositive di cui il museo è composto. Un episodio spiacevole che dimostra come i locali non siano più idonei e rispettosi delle normative vigenti a tutela della sicurezza del personale e degli ignari visitatori che rischiano di incappare in spiacevoli sorprese". Da quando si è sparsa la notizia gli impiegati non si sentono più sereni sui luoghi di lavoro, inoltre c'è preoccupazione per i turisti che giornalmente visitano il museo. Il fenomeno è allarmante e non può certamente passare in secondo piano. Per questo motivo il segretario della Fp Cgil, Clara Crocè e la coordinatrice provinciale del comparto dipendenti provinciali, Rosa Raffa hanno chiesto di risolvere il problema entro dieci giorni. "Diversamente - annunciano - chiederemo la chiusura del museo per macanza dei requisiti igienico sanitari e di sicurezza pubblica". Il mancato rinnovo del contratto alla ditta che si occupava del servizio di pulizia, da parte del dipartimento beni culturali, ha generato questa situazione causando un notevole danno all'immagine della struttura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X