Crediti milionari, emergenza rifiuti all’orizzonte

Tirrenoambiente, la società che gestisce l'unica discarica attiva in provincia di Messina, quella di Mazzarrà Sant’Andrea. è pronta chiudere i cancelli a gran parte dei comuni
Messina, Archivio

MESSINA. Emergenza rifiuti all'orizzonte in provincia di Messina. Tirrenoambiente, la società che gestisce l'unica discarica attiva in provincia di Messina, quella di Mazzarrà Sant’Andrea. è pronta chiudere i cancelli a gran parte dei comuni. Di mezzo c'è un credito stratosferico che supera i 70 milioni di euro. La Regione infatti non ha onorato, se non in minima parte, il debito contratto dai comuni prima del dicembre del 2010. A questi si aggiungono le fatture degli ultimi due anni.
Tra gli enti che devono pagare le maggiori somme figurano il comune di Messina,12 milioni di euro, l'Ato messina due 25 milioni, l'ato messina tre 8 milioni, l'ato Messina uno, 3 miliioni.
L'amministratore delegato di Tirrenoambiente Pino INnocenti aveva già dato un anno fa l'ultimatum ai comuni e alle società d'ambito ma era poi intervenuta la regione che aveva promesso di saldare i debiti scongiurando l'emergenza. Adesso però quei crediti sono tornati a galla.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X