Televisione russa realizza film sul terremoto di Messina

Tra i siti scelti per le riprese si citano il Gran Camposanto dove esiste un monumento dedicato ai caduti del sisma dello stretto, le fontane cittadine, il palazzo del Municipio, i mercati e l’archivio storico comunale
Messina, Archivio

MESSINA. Ricorrerà esattamente fra due mesi, il 104° anniversario del violento terremoto che colpì rovinosamente Messina, nel lontano 28 dicembre 1908. Fu un disastro di eco internazionale che ad oltre un secolo di distanza è rimasto attuale e vivo nella memoria dei messinesi ma anche fuori confine. In questi giorni, a Messina, sono state ultimate le riprese televisive di un film documentario che la tivù russa “United Media Group” insieme alla Fondazione S.Andrea Apostolo di Mosca sta realizzando sulla tragedia dello stretto e gli aiuti prestati dai marinai russi alla popolazione terremotata.


Il film, prodotto dal russo Nikolay Subbotin, ricorderà gli effetti di una tragedia di devastante portata, capace di cambiare per sempre il destino di Messina e del suo popolo. Tra i siti scelti per le riprese si citano il Gran Camposanto dove esiste un monumento dedicato ai caduti del sisma dello stretto, le fontane cittadine, il palazzo del Municipio, i mercati e l’archivio storico comunale. Per facilitare il lavoro della regia, l’amministrazione comunale ha fornito alcuni libri a tema. Si citano "Messina 2008: Il mondo e la nazione di fronte al cataclisma" edito in occasione dei cento anni del sisma e l'opera "Messina e le navi della marina russa", pubblicata nel 2006 in occasione della intitolazione di viale Camaro alla marineria russa. L’iniziativa di realizzare un film documentario è stata partorita, a giugno scorso, durante l' inaugurazione del “Monumento ai marinai russi”, donato alla città dal Centro per la gloria nazionale di Russia, dalla Fondazione S.Andrea Apostolo di Mosca e dal Fondo internazionale della cultura slava. Il ciak nei siti ritenuti di interesse è stato autorizzato dal commissario straordinario, Luigi Croce e dal presidente della Provincia regionale, Nanni Ricevuto che hanno avallato con piacere l'iniziativa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook