Incendi a Tusa, ecco gli "aiuti"

Nell'ambito del Programma di sviluppo rurale 2007-2013, infatti, è stato attivato un canale per gli agricoltori danneggiati

TUSA. A Tusa e nei comuni limitrofi, si intravede una prima possibilità di aiuto dopo gli incendi di fine settembre. Nell'ambito del Programma di sviluppo rurale 2007-2013, infatti, è stato attivato un canale per gli agricoltori danneggiati. L'assessorato regionale alle Politiche agricole, per agevolare la fruizione di un bando per contributi anticalamità naturali, ha deciso di prorogare, fino al 31 dicembre, i termini di presentazione delle domande.

L'avviso pubblico si riferisce alla "misura" 226 azione B, «Sostegno agli investimenti non produttivi», per rimboschimento in aree danneggiate da disastri naturali o da incendi con specie più resistenti a tali avversità». Complessivamente il budget del bando è di 6 milioni e 320 mila euro. Questa in corso è la terza e ultima sottofase.

A usufruire dei fondi potranno essere Comuni e privati. La procedura prevede un "bando aperto" e il meccanismo del cosiddetto "stop and go". La terza sottofase, aperta dal primo giugno si sarebbe dovuta concludere il primo ottobre e, invece, è stata prorogata. Una decisione presa per consentire l'accesso anche ai Comuni e ai privati, fortemente colpiti dai roghi che hanno distrutto migliaia di ettari di terreno, soprattutto oliveti.

Il decreto di proroga, a firma del responsabile della "misura", Vincenzo Di Rosa, come pure il bando, che era stato pubblicato a febbraio dello scorso anno, si potranno consultare sui siti internet: www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste o www.psrsicilia.it.  

E. IA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X