Sant’Agata, il Comune cerca autisti e cuochi: nessuna risposta

Paradosso nonostante siano previste ore integrative rispetto al contratto e il raddoppio degli attuali stipendi

SANT’AGATA DI MILITELLO. A.A.A. cercasi cuochi, giardinieri ed autisti di scuolabus. L'amministrazione comunale vuole reclutarli tra i lavoratori precari dell'ente (contrattisti ed Asu), aumentando loro ore di lavoro e raddoppiando lo stipendio. Ma, nessuno risponde all'appello. «Ho fatto un avviso interno rivolto ad Asu e contrattisti per reclutare un cuoco per la mensa scolastica - spiega il sindaco Bruno Mancuso - integrando ore e raddoppiando l'attuale stipendio. Ma, a quanto pare nessuno è disposto a fare il cuoco. Eppure, è un posto dignitoso. Ci servono anche giardinieri e autisti di autobus». Insomma, per il primo cittadino i lavoratori precari, se vogliono essere stabilizzati all'interno delle pubbliche amministrazioni, devono essere disposti a coprire quegli spazi utili per un buon funzionamento della macchina organizzativa. Ed il nuovo governo regionale, dal canto suo, dovrebbe impegnarsi in una stabilizzazione, anche a lungo termine, che preveda mobilità verso altri enti e assorbimento graduale nelle pubbliche amministrazioni laddove i servizi sono carenti, quindi manutenzioni o verde pubblico. Servizi che spesso i comuni più grossi sono costretti ad esternalizzare.
Mancuso augura buon lavoro al neo presidente della Regione Rosario Crocetta, nel quale ha piena fiducia. «Ma capisco - aggiunge - che avrà difficoltà a governare senza maggioranza. Sull'uomo non ho dubbi, così come sulle capacità e la volontà di risolvere i problemi, ma l'apparato politico-burocratico è così radicato in Sicilia che è difficile fare questa rivoluzione culturale senza una maggioranza». Tra i punti prioritari che il sindaco Mancuso sottoporrà all'attenzione del nuovo governo: maggiore considerazione delle esigenze sanitarie del comprensorio, azioni finalizzate ad ottenere il potenziamento dei collegamenti soprattutto ferroviari, ma anche marittimi, ripensando anche alla possibilità di realizzare un aereoporto in provincia. E ancora, potenziare la giustizia sul territorio. «Chiediamo attenzione verso il territorio dei Nebrodi, perché le esigenze di Sant'Agata sono quelle comuni allo sviluppo del territorio - dichiara Mancuso - ci auguriamo che finalmente questo governo possa esprimere un assessore e dei dirigenti a livello provinciale che tengano conto delle esigenze di sanità del nostro territorio. Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti, come comune capofila di un comprensorio, spero che il presidente Crocetta possa mantenere fede alla promessa di restituire ai comuni il servizio o a piccoli consorzi di comuni. Anche se le SRR sono state approvate per legge, quindi deve essere l'assemblea a decidere». Pone l'attenzione anche al settore Giustizia: «Il governo regionale ci può aiutare facendo sentire la sua voce per un territorio abbandonato completamente, perché da Patti a Termini Imerese ed Enna vi è un triangolo che rappresenta un quinto della Sicilia e che non ha servizi giudiziari, ma è un territorio ad alta penetranza di malaffare e delinquenza».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X