Cappio davanti allo studio di un avvocato di Barcellona

Nel mirino il legale Tommaso Calderone. La procura ha aperto un'inchiesta affidando le indagini ai carabinieri
Messina, Archivio

CATANIA. Un cappio è stato trovato davanti alla porta dello studio di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) dell'avvocato Tommaso Calderone. L'episodio, avvenuto la notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre scorsi, è riportato nell'edizione di Messina della Gazzetta del sud. La Procura ha aperto un'inchiesta affidando le indagini ai carabinieri.   

Al penalista è espressa «solidarieta» dal senatore del Pdl Domenico Nania, che «condanna in maniera ferma e inequivocabile l'atto intimidatorio». «Resto saldamente convinto - aggiunge Nania - che l'adempimento del proprio dovere nei diversi ruoli che si esercitano: politico, giudiziario, amministrativo o professionale, rappresenti il modo migliore per difendere il senso dello Stato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X