Lotta fra la vita e la morte il giovane caduto in moto

L'incidente si è verificato alle 2.50 sulla via Vittorio Emanuele, dietro il palazzo del Banco di Sicilia, il giovane era alla guida di una Honda sh 300, con lui c'era la fidanzata diciannovenne. All'improvviso lo scooter è andato a sbattere contro il marciapiede impennandosi e sbandando dalla parte opposta fino ad arrivare sui binari del tram

MESSINA. Sono gravi ma stazionarie le condizioni del motociclista di 24 anni coinvolto in un incidente stradale nella notte tra venerdì e sabato scorso. Il giovane, residente nella zona di Piazza San Vincenzo, che si trova ricoverato in coma al reparto di rianimazione del Policlinico, continua a lottare tra la vita e la morte. Ieri è stato sottoposto ad una tac, ma le sue condizioni restano molto gravi, è in pericolo di vita, ed i medici non sciolgono la prognosi. Intanto proseguono gli accertamenti della Polizia municipale per chiarire la dinamica dell'incidente che dovrebbe essere stato autonomo. Gli investigatori stanno vagliando anche l'ipotesi di un'auto o di un altro mezzo che possa aver provocato la perdita di controllo dello scooter. Sull'asfalto è stata trovata traccia di una lunga frenata ma bisognerà verificare se davvero il giovane si è trovato davanti un altro mezzo o magari ha perso l'equilibrio in fase di sorpasso. Tutte ipotesi che dovranno trovato un riscontro. L'incidente si è verificato alle 2.50 sulla via Vittorio Emanuele, dietro il palazzo del Banco di Sicilia, il giovane era alla guida di una Honda sh 300, con lui c'era la fidanzata diciannovenne. All'improvviso lo scooter è andato a sbattere contro il marciapiede impennandosi e sbandando dalla parte opposta fino ad arrivare sui binari del tram. Il ventiquattrenne è stato sbalzato dalla sella sbattendo con violenza la testa ed il torace contro l'asfalto, è stato soccorso e trasportato al Policlinico. Praticamente illesa la ragazza che ha riportato solo qualche lieve contusione ed un forte stato di choc, la ragazza è stata medicata e subito dimessa, il suo racconto del terribile incidente potrà essere importante per la ricostruzione della dinamica. 


LE.BA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook