Capo d’Orlando, nuovo look al lungomare

Apportate alcune varianti al progetto originario di riqualificazione, i cantieri saranno riaperti entro breve tempo
Messina, Archivio

CAPO D’ORLANDO. Per l'intervento di "valorizzazione turistica di un tratto di lungomare mediante riqualificazione" la pausa è durata più del previsto. E adesso i consiglieri di opposizione Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo e Giuseppe Trusso (del gruppo "Librizzi Sindaco") e Gaetano Gemmellaro ("Democratici per Capo d'Orlando" vogliono sapere "perchè i lavori sono ancora sospesi".

"A maggio sono stati consegnati all’impresa aggiudicataria i lavori di valorizzazione turistica di un tratto di lungomare mediante riqualificazione. - sottolineano i consiglieri di opposizione - Nel mese di giugno i lavori sono stati sospesi. Alla data odierna, non sono ripresi i lavori e non è dato conoscere le motivazioni ufficiali della sospensione".

Da qui la decisione di rivolgersi al sindaco Enzo Sindoni per saperne di più sui lavori (tratto compreso tra il Faro e la via Saint Bon), chiedendo una risposta scritta e l'inserimento nell'ordine del giorno del Consiglio comunale.
La risposta scritta del primo cittadino, con le "motivazioni ufficiali", arriverà nei prossimi giorni. I ritardi sarebbero legati alla necessità di apportare alcune varianti al progetto. Già dall’anno scorso si parla in città del nuovo look per il tratto di lungomare Andrea Doria tra la zona del faro e la via XXVII settembre. Opere da realizzare con i soldi assegnati dalla Regione (grazie al FESR Sicilia 2007/2013, fondi "Asse III, obiettivo operativo 3.3.2, linea di intervento 2"), messi a disposizione per la "riqualificazione e/o completamento di infrastrutture pubbliche funzionali allo sviluppo turistico".

Al progetto per il lungomare paladino hanno lavorato l'architetto Mario Sidoti Migliore (in qualità di Responsabile unico del procedimento) e l’ingegnere Carmelo Paratore (progettista), entrambi dell'ufficio tecnico comunale. Sono state annunciate opere di manutenzione e risagomatura della sede stradale, ricostruzione dei marciapiedi e della pista ciclabile, abbattimento barriere architettoniche e nuovi elementi di arredo urbano. La gara si è svolta ad aprile. La migliore offerta è risultata quella dell'impresa “Tirrenia appalti Sas – architetto Munafò Antonino & C.” (con sede a Barcellona Pozzo di Gotto) per l'importo complessivo di euro 422.096 : percentuale di ribasso del 25,8927 percento sulla base d'asta di euro 558.702 e somme per oneri della sicurezza pari ad euro 8.057.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook