Giro di vite contro le insegne abusive a Milazzo

Ieri mattina, però, all'ennesimo intervento dei vigili urbani, numerosi esercenti pubblici non in regola sono corsi ai ripari rimuovendo o oscurando le grosse insegne "abusive"
Messina, Archivio

MILAZZO. "Guerra" alle insegne abusive con improvvise rimozioni da parte degli operatori milazzesi che, già nella mattinata di ieri, hanno iniziato a rimuovere le grosse insegne luminose installate sui pali davanti ai propri esercizi commerciali. Già, per la verità, nei mesi scorsi, l'amministrazione comunale aveva invitato tutti i commercianti a mettersi in regola con il pagamento del suolo pubblico e delle insegne "esterne" collocate davanti ai bar, ristoranti, alberghi ed altre attività.

La gran parte degli esercenti hanno risposto positivamente pagando i relativi tributi e mettendo in regola. Tanti altri, però, non hanno provveduto, pensando, forse che quegli avvertimenti erano solo di routine. Ieri mattina, però, all'ennesimo intervento dei vigili urbani, numerosi esercenti pubblici non in regola sono corsi ai ripari rimuovendo o oscurando le grosse insegne "abusive".

Il comandante dei vigili urbani Giuseppina Puleo spiega che l'operazione sia sull'occupazione abusiva del suolo pubblico quanto sull'installazione delle insegne luminose è iniziata l'anno scorso e sta continuando regolarmente in questi giorni. La dottoressa Puleo chiarisce, altresì, che ai commercianti era stato notificato un primo atto per permettere agli abusivi di mettersi in regola. "Chi non ha provveduto - conclude l'ufficiale superiore - deve farlo senza ulteriore ritardo e, per coloro che non hanno proceduto alla rimozione, interviene il comune a farlo "d'ufficio". Così, già ieri mattina, in molte zone del centro si sono visti gli operai chiamati dagli stessi esercenti per la rimozione delle insegne, forse, per evitare ulteriori verbali ed altre spese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook