Un anno fa l'alluvione, il perito: "Frana imprevedibile a Saponara"

Il professor Francesco Fiorillom, geologo dell'università di Benevento, ha depositato la sua perizia in cui si sosterrebbe che una frana di tale entità era difficile da prevedere
Messina, Archivio

MESSINA. A quasi un anno dall'alluvione dello scorso 22 novembre nella zona tirrenica del Messinese, che a Saponara provocò la morte di tre persone, il perito nominato dalla procura, il professor Francesco Fiorillom, geologo dell'università di Benevento, ha depositato la sua perizia,
nella quale si sosterrebbe che una frana di tale entità nella frazione di Scarcelli, a Saponara, dove morirono Luca Vinci, 10 anni, Giuseppe Valla, 28, e il padre Luigi, di 55 anni, era difficile da prevedere.

Il perito ha utilizzato un metodo messo a punto nei laboratori della Berkley University, in California, che consente, grazie a una serie di confronti, di effettuare un'analisi della stabilità delle aree e della loro suscettibilità alle frane. Al momento l'inchiesta è ancora
contro ignoti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X