Il Tar: fondi per gli svincoli stradali esclusi dal patto di stabilità

MESSINA. Il Tar di Catania ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Messina, riconoscendo di fatto che le somme impiegate per il completamento degli svincoli Giostra-Annunziata restano escluse dal patto di stabilità. Lo comunica in una nota l'ex sindaco Giuseppe Buzzanca. "In buona sostanza, la tesi sostenuta dalla giunta da me guidata - aggiunge - era legittima e fondata su sani principi di diritto. Pertanto, non essendo stato sforato il patto di stabilità, il quadro amministrativo del Comune di Messina si alleggerisce sensibilmente, specialmente rispetto alle imminenti valutazioni della sezione di controllo della Corte dei conti che oltre all'approvazione del consuntivo 2011 dovrà considerare che i fondi utilizzati per il completamento degli svincoli, anche se non erogati dallo Stato, non sono stati distolti dalle casse del Comune".    
"E' la conferma che il tempo è davvero galantuomo - prosegue Buzzanca - ed è definitivamente sventata la grossa fandonia che il completamento degli svincoli avesse svuotato le casse di Palazzo Zanca e aggravato il quadro finanziario con la sforamento del patto di stabilità".  Oggi, intanto, il commissario straordinario del Comune, Luigi Croce, ha presentato i documenti contabili alla Corte dei conti che li aveva chiesti per verificare se ci sia l'ipotesi di un dissesto finanziario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X