Teatro Vittorio Emanuele, stagione a rischio

I dipendenti senza stipendio da tre mesi sono in presidio permanente, ma il contributo in arrivo dalla Regione subirà un ulteriore taglio del 26%
Messina, Archivio

MESSINA. Rischia di calare il sipario sul teatro Vittorio Emanuele di Messina dove i dipendenti sono in presidio permanente, in quanto non percepiscono lo stipendio, da tre mesi. Una circolare dell'assessorato regionale al Turismo (inviato a tutti i teatri e gli enti lirici siciliani) avvisa il Vittorio, così come le altre strutture, che il contributo della regione per il 2013 sarà ridotto di un ulteriore 26%. Vala a dire che la somma che arriverà da Palermo sarà pari a 3 milioni e 844 mila euro. A conti fatti questa cifra non basta nemmeno na copre i costi relativi ai68 dipendenti e al pagamento delle bollette. Impossibile programmmre un minimo di stagione. Lo scorso anno il contributo era già stato ridotto del 22% ed era pari a circa 5 milioni e mezzo. Un colpo mortale per il VIttorio che si trova già con le casse a secco. Nei giorni scorsi è stato impossibile mandare in pubblicazione il bando di gara per l'affidamento del bar bouvette del teatro in quanto mancavano i circa duemila euro necessari alla pubblicazione del bando sulla Gazzetta ufficiale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook