Nuovi tagli al Comune, stop agli straordinari

Croce ha inviato ai dirigenti la comunicazione dovuta alla carenza di liquidità di Palazzo Zanca
Messina, Archivio

MESSINA. Altri tagli al Comune. Niente più straordinari al personale. Lo ha disposto il commissario Luigi Croce che ha inviato ai dirigenti la comunicazione dovuta alla carenza di liquidità di Palazzo Zanca. Sino a nuove indicazioni è stato sospeso il ricorso a lavoro straordinario per il personale in forza nelle strutture comunali. Nella nota dell’ufficio stampa si legge: «Solo per i casi di estrema necessità e per ogni comprovata esigenza di servizio, preventivamente concordata ed autorizzata, lo straordinario dovrà essere previsto facendo ricorso alla fruizione di riposi compensativi a fronte del lavoro effettuato». Ieri Croce, con i poteri della Giunta, ha anche approvato le variazioni della tabella delle spese di istruttoria, esitate dalla Giunta municipale il 18 maggio scorso, dove non venivano quantificati i diritti per il rilascio dei tesserini venatori, l’ampliamento delle medie strutture per la vendita al dettaglio, l’apertura di lavanderie e le comunicazioni di affidamento di reparto di tutte le strutture commerciali. Deliberato l’accorpamento, nell’unica sede di via dei Mille is. 88, del centro servizi e della municipalità della IV circoscrizione, già ubicata sul viale Boccetta in locali in locazione, per i quali il canone era di 44.922 euro annui.

A.CAF.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X