Un muro contro i danni da mareggiata Lavori sul lungomare di Capo d’Orlando

Aperto il cantiere che servirà a mettere in sicurezza il tratto di costa più a rischio a ridosso della via Pirandello
Messina, Archivio

CAPO D’ORLANDO. Tutto il muro a protezione del lungomare Andrea Doria sarà presto a prova di mareggiate. Dopo i danni provocati dall’avanzare dell’erosione negli ultimi decenni, provincia e comune provvederanno a consolidare gli ultimi tratti nei quali non si era ancora proceduto ad adeguare le fondamenta con il sistema a “palancole” che permette alle onde di evitare l’effetto sifonamento che è la causa del crollo del muro.
Da qualche giorno l’impresa Costruzioni Srl di Brolo, che si è aggiudicata i lavori con un ribasso di quasi il 26% su una base d’asta di 138 mila euro, ha aperto il cantiere che servirà a mettere in sicurezza il tratto a ridosso della via Pirandello. Una zona che si trova fra due muraglioni consolidati in passato a seguito di crolli e che quindi uniformerà tutta la struttura tra il “PalaValenti” ed il “Mulino”. Proprio nel punto interessato dai lavori di queste settimane, a fine estate, si era verificato un crollo del marciapiede in concomitanza col passaggio di alcuni cittadini che stavano svolgendo jogging sul lungomare e che hanno visto sbriciolarsi il selciato sotto i loro occhi.
I lavori della provincia, già annunciati nei mesi scorsi, dovrebbero concludersi entro il periodo natalizio mentre con l’inizio del nuovo anno sarà il comune ad intervenire sul muro che si trova a ridosso della zona “Uletta”. L’amministrazione, infatti, sta procedendo ad una variante nel programmato intervento di riqualificazione del lungomare Andrea Doria e che prevede la creazione di una migliore passeggiata anche con l’eliminazione del vecchio distributore “Tamoil”. In pratica si sacrificherà la costruzione di un nuovo marciapiede lato monte per consentire il consolidamento del muraglione sulla spiaggia e procedere alla creazione di un marciapiede più ampio e l’ampliamento della pista ciclabile che verrà anche messa in sicurezza. Proprio per procedere a questa variante, nelle scorse settimane, i lavori di riqualificazione sono stati sospesi e l’impresa invitata ad attendere il nuovo progetto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X