Patti, trovate nuove risorse: sarà ristrutturata la rete idrica

Annunciati investimenti per acquedotto e fognatura, la mappa dei cantieri
Messina, Archivio

PATTI. Nel bilancio di previsione approvato dalla Giunta e che nei prossimi giorni sarà presentato al consiglio comunale, spicca con priorità assoluta il progetto con le relative risorse per investimenti legati al servizio idrico integrato, ovvero acquedotto e fognatura. Lo annuncia il sindaco Mauro Aquino: "Siamo riusciti a reperire le somme in modo da iniziare al più presto i lavori per cui prevediamo di uscire abbondantemente prima della fine di quest'anno dalla crisi idrica, certamente dovuta alla vetustà dell'acquedotto, ma anche dalla speranza che possa finalmente terminare la siccità che ha notevolmente abbassato i livelli delle falde acquifere".

Con queste dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino, vengono quindi approntati gli interventi necessari per porre fine o quanto meno limitare i notevoli disagi che in questi ultimi mesi progressivamente stanno causando alla popolazione, non ultima l'accorata lettera inviata dai ragazzi della scuola media Pirandello dove mettevano in evidenza i cattivi odori che si respiravano nelle aule e nei corridoi dovuti alla mancanza del prezioso liquido.

"Sono infatti previsti -prosegue Aquino - dei lavori importanti sul territorio che partiranno con somma urgenza sin dai prossimi giorni anche per alleviare la grave crisi idrica da cui la cittadinanza è colpita”. Cantieri aperti, quindi, in diverse località del centro quali Canapè e le vie D'Amico e Agliastri per risolvere le difficoltà di approvvigionamento che esistono in quelle zone. Inoltre sono già stati completati diversi interventi per potenziare la portata dell'acquedotto di circa due litri al secondo. Altri lavori sono in itinere presso le sorgenti Ferrara e Musotomo per aumentare il loro afflusso nelle condotte.

Inoltre altri progetti sono quelli già esitati dalla Giunta municipale per l'escavazione di tre nuovi pozzi di contrada Lunardo, Ronzino e Timeto. ”Sono interventi che saranno realizzati al più presto e che riteniamo possano risolvere le problematiche che si stanno verificando - conclude.

Per quanto riguarda le opere da realizzare a medio termine, spicca l'intervento per realizzare dopo quarant'anni di attesa anche l'acquedotto delle frazioni, quali in primis Moreri, Masseria, Madoro, San Cosimo, Iuculano, Scarpiglia in maniera da affrancare finalmente le oltre trecento famiglie dalla schiavitù delle autobotti". Infine è stato trasmesso proprio nei giorni scorsi all'Ato Idrico un progetto dall'importo di un milione e mezzo di euro per l'ammodernamento di tutta la rete idrica del centro in modo da eliminare definitivamente tutte le numerose perdite che ci sono lungo una rete che ha ormai più di settant'anni di vita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X