Alluvione Giampilieri, ordinanza di protezione civile prorogata fino a febbraio

Ad annunciarlo è stato Corrado Manganaro presidente del comitato Giampilieri. A garantire il servizio è la protezione civile nazionale in diretto collegamento con la presidenza del Consiglio
Messina, Archivio

MESSINA. L'ordinanza di protezione civile che riguarda Giampilieri e tutto il territorio colpito dall'alluvione dell'ottobre del 2009 sarà prorogata sino al febbraio del 2013. Ad annunciarlo, durante la presentazione del libro "Inferno di Fango" del giornalista Gianluca Rossellini, nell'auditorium della chiesa madre di Giampilieri, è stato Corrado Manganaro presidente del comitato Giampilieri. A garantire la proroga la protezione civile nazionale in diretto collegamento con la presidenza del Consiglio.

Dal 31 ottobre gli sfollati di Giampilieri e degli altri centri colpiti dal disastro a causa della scadenza dell'ordinanza non percepiscono alcun contributo per l'affitto della casa. Il cantiere principale per la messa in sicuirezza di via Pozzo è quasi fermo. La ditta che lavora al convogliamento delle acque piovane vanta infatti un credito di quasi due milioni di euro e, senza l'ordinanza, non c'è alcuna autorità che può firmare la liquidazione delle fatture.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X