L'allarme dei sindacati: "I dipendenti della Coop rischiano il posto"

I sindacati Cgil, Cisl e Uil di Messina lanciano l'allarme per i probabili licenziamenti di 457 dipendenti delle coop servizi sociali per la mancata approvazione del bilancio di previsione del Comune e perchè l'amministrazione vuole stanziare meno fondi

MESSINA. I sindacati Cgil, Cisl e Uil di  Messina lanciano l'allarme per i probabili licenziamenti di 457  dipendenti delle coop servizi sociali per la mancata  approvazione del bilancio di previsione del Comune e perchè  l'amministrazione vuole stanziare meno fondi. «I primi che  rischiano il licenziamento - spiegano i sindacati - saranno i  104 lavoratori di Casa Serena, in quanto l'appalto scadrà il 31  dicembre 2012. Per tutti gli altri il licenziamento scatterà  dal 20 gennaio. Una situazione inaccettabile che porterà intere  famiglie alla disperazione, senza alcuna prospettiva futura. La  mancata approvazione del bilancio di previsione 2012 e del  pluriennale 2013/2014 compromette l'avvio delle procedure per  l'approvazione dei bandi e che comunque il Comune è  intenzionato a tagliare il 50% del budget per i servizi sociali,  destinando solo 5 milioni di euro a fronte dei 19 milioni  sin'oggi spese»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X