Servizi sociali, 500 licenziati tra Natale e Capodanno

Oltre al dramma dei dipendenti c'è quello degli assistiti che, nel giro di qualche settimana, si troveranno senza assistenza. Il Comune, alle prese con una gravissima crisi economica e ad un passo dal dissesto, non è in grado di prorogare i bandi di gara
Messina, Archivio

MESSINA. Saranno licenziati tra Natale e Capodanno i circa 500 lavoratori del settore dei servizi sociali che hanno già ricevuto le lettere di prelicenziamento.


Questa mattina cominciano infatti davanti all'ufficio provinciale del lavoro, così come prevede la legge, le trattative con i sindacati per un tentativo di conciliazione. Poi ci saranno venti giorni di tempo per procedere al licenziamento vero e proprio. Una prima parte di lavoratori è stata convocata per oggi. Una seconda parte si presenterà l'11 dicembre. E' una vera e propria emergenza. Si tratta dei dipendenti delle cooperative che si occupano della gestione di Casa Serena e dei servizi domiciliari. Oltre al dramma dei dipendenti c'è quello degli assistiti che, nel giro di qualche settimana, si troveranno senza assistenza. Il Comune, alle prese con una gravissima crisi economica e ad un passo dal dissesto, non è in grado di prorogare i bandi di gara. Un appello a trovare una soluzione sono venuti da più parti:dalle forze politiche ai sindacati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X