Timbrava al Comune, ma lavorava in edicola: arrestato

A finire ai domiciliari Salvatore De Domenico, 48 anni accusato di truffa. Per tutto il mese di ottobre i carabinieri hanno annotato i movimenti dell'indagato. Lo riporta oggi la "Gazzetta del Sud" nelle pagine di cronaca
Messina, Archivio

MESSINA. Timbrava il cartellino al Comune dove lavorava come autista, poi saliva in auto e si recava a piazza Cairoli dove aiutava la moglie nella gestione di una rivendita di giornali. E' stato scoperto dai carabinieri che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei suoi confronti. A finire ai domiciliari Salvatore De Domenico, 48 anni accusato di truffa. Lo scrive oggi la Gazzetta del Sud nelle pagine di cronaca.

Per tutto il mese di ottobre i carabinieri hanno annotato i movimenti dell'indagato. L'uomo, dopo essere stato in edicola, alle 12,30 tornava al Comune e solo allora iniziava la sua attività lavorativa, consegnando a quell' ora i comunicati redatti dall'ufficio stampa del Comune alle varie redazioni giornalistiche ma anche alle forze dell'ordine ed in vari uffici cittadini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook