Autisti con patente scaduta, il Comune: "Il rinnovo? Un loro problema"

Scoppia la polemica. I lavoratori chiedono che Palazzo Zanca paghi le spese, ma la risposta è negativa: “Se vengono multati dai vigili si assumano la responsabilità”
Messina, Archivio

MESSINA. C’è un caso autisti all’autoparco municipale. Una parte dei conduttori dei mezzi pesanti, pulmini e camion, hanno la patente scaduta o in scadenza. Chiedono al Comune di pagare le spese per il rinnovo. Palazzo Zanca ha risposto picche li ha mandati lo stesso sui mezzi. Secondo il Comune per svolgere le
mansioni di autista occorre possedere il titolo così come prevede il concorso che ognuno di loro ha vinto a  suo tempo.  Se non hanno la patente in regola, secondo palazzo Zanca, è un loro problema. E se li fermano vigili o polizia stradale dovranno risponderne loro e loro soltanto. L’architetto Maria Canale, dirigente dell’autoparco municipale, ha già portato sul tavolo del commissario Croce la questione anticipandogli il suo no convinto al pagamento del costo di rinnovo. L'alternativa per gli autisti che non vogliono pagarsi il rinnovo da soli è il declassamento e il passaggio ad altre mansioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook