I 600 dipendenti di Atm in guerra per gli arretrati

"Ci sono incomprensibili ritardi nella firma del mandato per l'accredito del milione e trecento mila euro relativi al dodicesimo di dicembre, che pare sia stato firmato solo venerdì", sostengono i sindacati Orsa, Ugl e Cub
Messina, Archivio

MESSINA. I 600 dipendenti dell'Atm rischiano di non ricevere arretrati da qui a Natale. "Ci sono incomprensibili ritardi nella firma del mandato per l'accredito del milione e trecento mila euro relativi al dodicesimo di dicembre, che pare sia stato firmato solo venerdì - sostengono i sindacati Orsa, Ugl e Cub - mentre non risulta a oggi approvata la determina da parte della ragioneria comunale sull'anticipo dei 904 mila euro all'atm richiesta a fronte delle garanzie ottenute sull'erogazione delle risorse entro il 31 dicembre da parte Regione Sicilia, somme che erano urgentemente necessarie per garantire stipendi e contributi". "Non capiamo perché quando si tratta di Atm, spesso la macchina burocratica comunale si inceppi - dichiarano Michele Barresi, Francesco Alizzi e Francesco Urdi' - responsabili di Orsa, Ugl e Cub Trasporti - e a pagarne le conseguenze siano sempre i lavoratori". "Avevamo avuto garanzie per il pagamento entro Natale di almeno uno stipendio di per se' insufficiente a fronte delle tre mensilità e mezza arretrate , ma per quanto ci risulta - continuano i sindacalisti - i lavoratori rischiano addirittura di percepire la retribuzione non prima del 27 dicembre, giusto in tempo per trascorrere la festività senza soldi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook