Licenziamenti e anziani trasferiti Natale amaro a Casa Serena

Nelle ultime ore è diventata operativa la procedura di licenziamento attivata all'ufficio provinciale del lavoro dalla cooperatuva per i primi trenta dipendenti. Oltre al nodo dipendenti per loro c'è anche l'esigenza di sgomberare quei locali che non sono a norma e devono essere ristrutturati
Messina, Archivio

MESSINA. Lavoratori a casa e vecchietti trasferiti in altre strutture. Un Natale amaro per lavoratori ed ospiti di Casa Serena. Nessuna proroga all'orizzonte per i circa cento dipendenti che gestiscono la casa di riposo comunale. Nelle ultime ore è diventata operativa la procedura di licenziamento attivata all'ufficio provinciale del lavoro dalla cooperatuva per i primi trenta dipendenti. Entro Natale toccherà agli altri dipendenti. Il Comune non ha attivato i nuovi bandi nè a proceduto alla concessione di una proroga. Destino segnato per i vecchietti, un centinaio circa, ospitati nelle stanze di Casa Serena. Oltre al nodo dipendenti per loro c'è anche l'esigenza di sgomberare quei locali che non sono a norma e devono essere ristrutturati. C'è chi ipotizza il trasferimento temporaneo a strutture della provincia e chi invece il trasloco in un albergo dei colli San Rizzo. Gli anziani rifiutano entrambe le ipotesi e si sono già detti disposti ad alzare le barricate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook