Compensi più magri e personale ridotto alla Cittadella

Le misure fino a febbraio. Quello tra Unimesport, centro autonomo di spesa che dipende dall'università ed è guidato da Carmelo Trommino e il Cus Messina, associazione sportiva universitaria gestita dai due commissari Sergio Cama e Sergio Melai, almeno al momento, sembra un divorzio definitivo

MESSINA. Compensi più magri e personale ridotto sino al 17 febbraio alla cittadella universitaria. La cittadella sportiva universitaria dell'Annunziata, così come era stato negli ultimi dieci giorni, sarà gestita nei prossimi cinquanta giorni lavorativi da un'associazione sportiva privata diversa dal Cus Messina:l'associazione Leons. Quello tra Unimesport, centro autonomo di spesa che dipende dall'università ed è guidato da Carmelo Trommino e il Cus Messina, associazione sportiva universitaria gestita dai due commissari Sergio Cama e Sergio Melai, almeno al momento, sembra un divorzio definitivo.

Ad aggiudicarsi l'appalto di gestione per un periodo di cinquanta giorni lavorativi, bandito da Unimesport con un ribasso di circa il venti per cento per un importo totale di circa trentatrèmila euro, la stessa società sportiva che aveva fornito negli ultimi dieci giorni, circa venticinque addetti. Si tratta di bagnini, operai e istruttori. Rispetto al passato restano però fuori dai cancelli quaso una quindicina di lavoratori: per lo più impiegati della segreteria. E i compensi di chi è stato richiamato saranno più magri per effetto del ribasso d'asta. Sul fronte Cus invece, Cama e Melai che si erano dimessi dalle loro cariche di commissari, hanno fatto marcia indietro in attesa di un segnale tanto dall'Università quanto dal Cusi nazionale, sui debiti pregressi. Da coprire ci sono oltre tre milioni di debiti. I conti bancari del Cus sono al momento bloccati dai giudici per un decreto ingiuntivo presentato da cinque impiegati che attendono lo stipendio da 24 mesi. Proprio la difficile situazione economica del Cus aveva portato alla rescissione della convenzione con Unimesport e all'ingresso di altri soggetti privati che da provvisorio potrebbe diventare definitivo. Unimesport starebbe però approntando un piano alternativo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X