Un viaggio tra Peloritani e Nebrodi: la magia dei racconti di pietre e stelle

Presentata la nuova rassegna culturale 2013, organizzata da Archeoastronomia.com, in collaborazione con Secoli Bui ed iCastelli.it, giunta alla quarta edizione

MESSINA. Pietre e stelle che raccontano. E fanno vivere una magia preistorica. Archeoastronomia in giro per la Sicilia, ma anche a un tiro di schioppo dalla città. A Montalbano Elicona, Novara di Sicilia, Graniti e Mojo Alcantara si scopriranno siti di grande interesse. Presentata la nuova rassegna culturale 2013, organizzata da Archeoastronomia.com, in collaborazione con Secoli Bui ed iCastelli.it, giunta alla quarta edizione. Dopo il successo della III edizione, che ha visto protagonisti i castelli federiciani e la Valle dell'Alcantara, al via il programma "Alla ricerca dell'astronomia perduta", a cavallo tra i Peloritani e i Nebrodi, per conoscere e valorizzare bellezze archeologiche, architettoniche e naturalistiche, uniche in Sicilia e, in alcuni casi, anche al mondo. "Quest'anno abbiamo scelto questo titolo, che richiama un po' le avventure del mitico archeologo Indiana Jones, - spiega l'organizzatore, lo studioso Andrea Orlando, perché andremo alla ricerca dell'astronomia antica, di una scienza che è legata a civiltà preistoriche, a luoghi lontani e ataviche conoscenze, molte delle quali devono ancora essere svelate e decifrate". La rassegna inizierà domenica 6 gennaio e si chiuderà il 10 febbraio. Tra le "chicche", in provincia di Messina, la visita dell'imponente castello a Montalbano Elicona e all'Argimusco, un altopiano dove si possono ammirare megaliti naturali dalle figure antropomorfe e zoomorfe. E la visita della chiesa di San Francesco a Novara di Sicilia e del museo Mazzullo a Graniti. Ma anche un'osservazione del cielo, con il telescopio, dal suggestivo "Vulcanetto" di Mojo Alcantara. Presentazioni multimediali racconteranno le stelle e il territorio, con musica medievale e i suoni della preistoria. Il viaggio culturale è organizzato in collaborazione con l'Ente Parco Fluviale dell'Alcantara e i Comuni interessati. Per informazioni sul programma dettagliato, si potrà consultare il sito: www.archeoastronomia.com o rivolgersi ai Comuni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X