Patti, saldati i salari arretrati dei dipendenti comunali

Il sindaco Aquino: stiamo accreditando in banca stipendio di dicembre e tredicesima

MESSINA. Con il saldo delle mensilità arretrata ai dipendenti e con il riconoscimento dei debiti fuori bilancio la l'amministrazione avvia il rilancio del Comune. Lo sottolinea il sindaco Mauro Aquino: "Entro i primissimi giorni del nuovo anno tutti i dipendenti comunali troveranno in banca o nei loro conto correnti il bonifico contenente il pagamento della mensilità del mese in corso con la relativa tredicesima - spiega-. Raggiungiamo cosi la parità per quanto riguarda il saldo delle mensilità ai 237 impiegati, 106 di ruolo, 99 contrattisti e 32 lsu. Il leggero ritardo registrato è da addebitare alle tesorerie che come tradizione chiudono negli ultimi giorni dell'anno, quindi pur avendo la liquidità necessaria, cosi come avevamo previsto e annunciato non è stato possibile emettere i mandati. In tutto questo contesto, ancora una volta mi preme sottolineare il corretto comportamento di tutti i dipendenti comunali che nonostante i disagi derivanti dai ritardi hanno continuato a svolgere il loro dovere". Il sindaco difende le scelte fatte per bilancio annuale e riconoscimento dei debiti fuori bilancio. "Per quest'ultimi si è trattata di una operazione importante e coraggiosa - spiega -. La giunta sta dimostrando non solo di non portare al fallimento il comune, come qualche consigliere aveva dichiarato nei giorni scorsi proprio dalle colonne del vostro giornale, anzi lo sta risanando, avendo tra l'altro il coraggio di aprire i cassetti riguardanti debiti risalenti anche ad anni lontanissimi, che giacevano da molto tempo. Inoltre voglio precisare che l'azione amministrativa si sta caratterizzando nel non produrre alcun debito fuori bilancio”. ”Oggi si pone un netto argine ad un andazzo che era quello di effettuare spese in maniera disinvolta senza l'opportuna copertura facendo gravare poi il tutto sui cittadini contribuenti -conclude-. Propedeutico a questo passaggio, chiaramente ha contribuito l'aumento delle tasse. Solo cosi abbiamo potuto pagare i quasi due milioni di euro dei debiti fuori bilancio riconosciuti ieri dal consiglio comunale che saranno esitati ai creditori con quote proporzionali a seconda del loro credito nei prossimi due anni, a partire già da questo in corso. Dopo di che potremo procedere più speditamente verso il raggiungimento degli altri obbiettivi in programma”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook