IL MOVIMENTO

Cambiamo Messina dal basso: con Accorinti nessuna rottura ma forte dissenso

di
La conferenza stampa di Cambiamo Messina da basso determina posizioni chiare: mai in giunta qualcuno di destra, sul metodo un errore del sindaco

MESSINA. Nessuna rottura con la giunta Accorinti, ma forte il dissenso per il metodo adottato sulla scelta di Conti Nibali. Solidarietà per gli attacchi personali di alcuni simpatizzanti sui social ad Elio Conti Nibali. E inoltre mai in giunta dovrà entrare qualcuno che ha avuto a che fare con la destra o è esponente della destra nemmeno se ha votato per il sindaco. Confermate le tensioni con l'amministrazione rispetto ad una scelta non condivisa. Una conferenza stampa pacata senza scontri con i cronisti, con posizioni chiare. I coordinatori di Cambiamo Messina dal basso, ieri mattina, hanno affrontato punto per punto l'attuale momento di crisi che sta attraversando l'amministrazione. Al tavolo dei relatori il portavoce di Cambiamo Messina dal basso Federico Alagna, la consigliera Ivana Risitano, i consiglieri di quartiere Santino Bonfiglio e Francesco Mucciardi.

"Fin dal momento delle dimissioni di Filippo Cucinotta - ha spiegato Alagna - abbiamo chiesto al sindaco un confronto sulle caratteristiche politiche che reputavamo dovesse avere il nuovo assessore. Il confronto è arrivato dopo che la scelta del sindaco era stata già effettuata con il conseguente annullamento delle nostre capacità di indirizzo politico". E poi ha aggiunto: "Smentiamo con forza le calunnie che circolano in merito alla presunta pretesa da parte nostra di un assessorato. Non ci comportiamo come i partiti. A noi interessa il progetto amministrativo che cammina di pari passo con le caratteristiche dell'assessore. Le priorità sono lavoro, casa, politiche del mare, beni comuni, politiche migratorie". Rispetto a Conti Nibali più chiara è stata Ivana Risitano, pur prendendo le distanze dagli attacchi personali. Ha ammesso che sul piano politico Conti Nibali è lontano anni luce dalla politica dell'amministrazione.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X