ISTRUZIONE

Tagli dell'ex Provincia: le scuole superiori dovranno pagare bollette e utenze

di
Uno dei punti del Piano di risparmio: le scuole superiori dovranno preoccuparsi del pagamento delle utenze di luce, acqua e telefoni e dei controlli dei consumi

Le scuole superiori di tutta la provincia dovranno occuparsi di pagare le utenze elettriche, idriche, energetiche e telefoniche. Il commissario della Provincia, Filippo Romano, ha trasmesso un atto d'indirizzo ai dirigenti provinciali interessati per far rispettare quanto deciso. Entro il prossimo aprile tutti i plessi dovranno essere informati delle modifiche a quanto stabilito.

Secondo il funzionario, per ridurre e razionalizzare le spese annuali di gestione degli edifici scolastici, occorre dare pratica attuazione al nuovo regolamento per l'erogazione dei fondi provinciali alle scuole ed evitare che l'ente continui a pagare somme per servizi scolastici la cui "Entità finanziaria - si legge - risulta sconosciuta agli stessi dirigenti scolastici poiché totalmente deresponsabilizzati in merito alla relativa gestione".

Il 7 gennaio scorso si era tenuta una riunione in merito. L'ente, per responsabilizzare i dirigenti scolastici, trasferirà agli istituti l'onere del pagamento delle utenze e la Provincia resterà obbligata a corrispondere annualmente il budget previsto dal nuovo regolamento che prevede "La voltura a nome dell'Istituto di tutte le bollette restando alla Provincia l'onere di erogare un contributo "a corpo" in favore dell'Istituto, calcolato in linea preventiva sulla base dei consumi minimi atti a garantire l'erogazione del servizio scolastico".

Il Tar Sicilia, sull'argomento, ha già respinto un ricorso avanzato da alcuni dirigenti scolastici.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X