GUARDIA COSTIERA

Milazzo, sequestrati mille metri di reti e 18 nasse irregolari

di
Le verifiche degli uomini della Capitaneria hanno riguardato le rivendite, il mercato all’ingrosso e la filiera commerciale del prodotto ittico

MILAZZO. Nell’ambito di un’operazione complessa di polizia marittima disposta dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, la Guardia costiera della città del Capo ha portato a termine una intensa attività di vigilanza e controllo in materia di pesca. Come ha spiegato il capo Compartimento, capitano di fregata Matteo Lo Presti, “l’operazione denominata “Labyrint” ha avuto i seguenti obiettivi: tutela degli stock in sofferenza (sottomisura, tonno rosso e specie protetta); tutela del consumatore e del prodotto finale (frodi e immissione illecita sul mercato nazionale)”.

I militari del Compartimento marittimo di Milazzo hanno espletato controlli in materia di pesca marittima e lungo la filiera commerciale del prodotto ittico, effettuando controlli quotidiani con verifiche a mare ed a terra con ispezioni allo sbarco, negli esercizi commerciali al dettaglio, nelle rivendite all’ingrosso di prodotti ittici, nei ristoranti o sui mezzi di trasporto terrestre anche con l’ausilio della Polizia stradale. Nella stessa operazione è stata effettuata un’attività di contrasto alla pesca ricreativa esercitata in maniera illegale, sanzionando la detenzione e l’utilizzo di attrezzi da pesca non consentiti; sequestrando oltre mille metri di reti a strascico utilizzata per la pesca di neonata e 18 nasse non regolarmente segnalate.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X