IL GIALLO

Caccia all’assassino dell’anziana a Pace del Mela

di
I carabinieri del Ris di Messina hanno raccolto una quantità di indizi utili ad individuare le tracce lasciate dal rapinatore che ha ucciso Caterina Basile

PACE DEL MELA. Mentre tutto il quartiere di Giammoro si è stretto attorno ai familiari di Caterina Basile, l'ottantesettenne uccisa dai suoi rapinatori, nella notte fra giovedì e venerdì, i militari del Ris di Messina hanno lavorato fin dalla tarda mattinata di venerdì per cercare di trovare il maggior numero di indizi nella casa della donna che permettano loro di ottenere eventuali tracce lasciate dai rapinatori. Intanto il corpo della sventurata anziana è stato trasferita, su disposizione del magistrato, nell'obitorio dell'ospedale di Milazzo dove ieri è stato effettuato l'esame autoptico per capire, intanto, le cause della morte della donna. Da una prima ispezione sembra che sia morta d’infarto. I carabinieri da parte loro hanno aperto le indagini sentendo il nipote dell'anziana, quello che venerdì mattina ha dato l'allarme dopo aver trovato la zia senza vita, imbavagliata con le mani e piedi legati sul letto.

L'uomo, dopo aver telefonato alla zia, quella mattina, così come faceva tutti i giorni, non ricevendo alcuna risposta si era preoccupato e, così, con l'aiuto di un vicino di casa, aveva deciso di forzare la porta d'ingresso che l'anziana zia serrava sempre a doppia passata. Gli inquirenti, avrebbero accertato che il rapinatore è entrato dalla parte posteriore dell'appartamento ubicato al primo piano di via Nazionale, rompendo il vetro di una finestra che dava su un giardino e, da quella stessa finestra sarebbe fuggito. Un grosso aiuto potrà essere dato agli inquirenti dai risultati del difficile lavoro svolto dai colleghi del RIS di Messina che si sono trasferiti a Giammoro con i loro laboratorio mobile. Dalle tracce lasciate dal rapinatore, infatti, si potrebbe risalire al malvivente che non ha esitato ad ammazzare un'anziana per portare a segno una rapina che gli avrebbe dato la possibilità di entrare in possesso di alcune centinaia di Euro.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X