PATTI

Muore dopo operazione e 30 giorni di coma, procura apre un'inchiesta

L'esposto è della moglie di antonino Incognito, 70 anni. Secondo quanto riferito dalla donna, il marito dopo la prenotazione a giugno è stato operato il 12 gennaio, ma uscito dalla sala operatoria per diversi giorni avrebbe avvertito dolori insopportabili

PATTI. La Procura di Patti ha aperto un'inchiesta per la morte di un uomo di 70 anni, Antonino Incognito, deceduto in seguito a un'operazione in laparoscopia alla coliciste il 12 febbraio all'ospedale «Barone Romeo» di Patti. A presentare l'esposto è stata la moglie dell'uomo, Lyudmyla Androsova, che ritiene possano esserci responsabilità da parte dei medici.

Secondo quanto riferito dalla donna, il marito dopo la prenotazione a giugno è stato operato il 12 gennaio, ma uscito dalla sala operatoria per diversi giorni avrebbe avvertito dolori insopportabili. Il 16 gennaio, visto il perdurare del malore, i medici avrebbero deciso di operare nuovamente l'uomo per delle complicazioni, ma dopo l'intervento le condizioni del paziente sono peggiorate e dopo 30 giorni di coma farmacologico è morto. A seguito della denuncia della moglie i magistrati ieri hanno disposto l'autopsia. La donna ha nominato proprio legale l'avvocato Luigi Lucente. Medico legale è Massimo Sher di Milano

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X