LEGA PRO

Il Messina si mette nelle mani di Berardi

di

MESSINA.  Era arrivato con l'obiettivo di giocare, ha accettato la panchina e le gerarchie imposte dal tecnico Grassadonia. Ha fatto il secondo con pazienza, ma ora è pronto a dimostrare sul campo tutto il proprio valore. Domenica sarà il giorno di Alessandro Berardi. La squalifica di Iuliano (era diffidato e a Lecce è stato ammonito), offre l'opportunità al numero 12 di questa fase di stagione di giocarsi le sue carte. Contro la Juve Stabia sarà titolare, per la prima volta. "Ma è chiaro che in questo momento gioco solo per un episodio - dice subito - se Iuliano non fosse stato squalificato continuerebbe ad andare in campo lui. E sarebbe giusto così, visto che sta facendo bene ed è qui ormai da due anni".
Intanto, però, l'occasione che Berardi aspettava è arrivata. E lui se la vuole giocare al massimo. "Tocca a me farmi trovare pronto e provare a fare il massimo, anche se più della prestazione, conterà il risultato finale. Sommare le due componenti è l'unico modo per cambiare le gerarchie. Io però al momento non ci penso. Penso solo a far bene e ad allenarmi con impegno e professionalità".

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X