ARRESTATO IN MONTENEGRO

Traffico d'armi, l'ex parlamentare orlandino Romagnoli estradato negli Usa

di

CAPO D'ORLANDO. Massimo Romagnoli, l’ex parlamentare orlandino di Forza Italia, arrestato in Montenegro lo scorso dicembre con l’accusa di traffico d’armi, dietro mandato di cattura spiccato dalle autorità Usa, è stato estradato.  L’ex parlamentare ha lasciato il carcere di Podgorica per salire su un aereo diretto a New York. A darne notizia, attraverso il sito internet «Italia Chiama Italia» (vicino a Romagnoli sin dal sua campagna elettorale degli italiani all’estero) è stato l’avvocato Nicola Pisani, che difende l’imprenditore orlandino.

Il legale dell’ex patron dell’Orlandina calcio ha spiegato che l’estradizione è avvenuta in maniera repentina “senza nemmeno avvisare gli avvocati e quindi adesso tutto passa alla giurisdizione americana”.  La situazione che riguarda Massimo Romagnoli, sempre secondo il suo legale, a questo punto “è più complicata, si sposta su un piano diverso”. Comunque, ricorda Pisani, “è stato fatto un ricorso a Strasburgo”. Ieri è intervenuto sulla vicenda anche il senatore Aldo Di Biagio, eletto nella ripartizione estera Europa, che fin dall’inizio si è dato molto da fare per cercare soluzioni sulla questione che vede Romagnoli coinvolto in prima linea.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X