OPERAZIONE “GOTHA 5”

Mafia, colpo alla famiglia di Barcellona: estorsioni e rapine, blitz con 22 arresti

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Controllavano il territorio avendo l'appoggio di cosa nostra catanese con la quale avevano un rapporto paritario. Questo quanto emerge, secondo i magistrati, dall'operazione antimafia Gotha V eseguita stamani da carabinieri e polizia che hanno eseguito 22 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di esponenti del clan di Barcellona Pozzo di Gotto.

Mafia, colpo alla famiglia di Barcellona - nomi e foto dei 22 arrestati

Alcuni degli arrestati sono nuove leve del clan che utilizzavano metodi ancora più spregiudicati. Si occupavano di chiedere il pizzo a diversi locali, e facevano anche rapine cruente tra le quali una in particolare è finita con una gambizzazione. Per garantirsi il controllo delle attività criminali non esitavano a fare spedizioni punitive armati anche di kalashnikov. In una di queste occasioni a Mazzarra Sant'Andrea fu solo il passaggio di una pattuglia ad evitare il peggio.

"Emergono collegamenti con la politica. Il mio ufficio - dice il capo della Procura di Messina, Guido Lo Forte - aveva chiesto la custodia cautelare in carcere anche nei confronti dell'ex sindaco di Mazzarrà Sant'Andrea Carmelo Navarra. L'organizzazione durante le elezioni del 2007 avrebbe anche indotto il principale candidato concorrente a ritirarsi. Il giudice però ha rigettato la nostra richiesta di arresto". Un altro degli arrestati Angelo Bucolo, fratello dell'attuale sindaco di Mazzarrà Sant'Andrea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X