IL CASO

L'arcivescovo di Messina: "Prete presunto pedofilo? Seguo caso con apprensione"

MESSINA. «Con profondo dolore e sgomento  apprendo quanto i mass media in questi ultimi giorni stanno  diffondendo circa presunti comportamenti assunti da un frate  domenicano, temporaneamente inserito in una comunità religiosa  del suo ordine presente nella nostra Arcidiocesi, che  certamente, se fossero confermati, sarebbero incompatibili con  la vita cristiana e con la vita religiosa». Lo scrive in una  nota l'arcivescovo di Messina Calogero La Piana, in merito a un  presunto caso di pedofilia che vedrebbe coinvolto un prelato  messinese che, secondo la denuncia di autotrasportatore ai  carabinieri di Rovigo, avrebbe contattato su facebook dei minori  per intrattenere con loro dei rapporti sessuali.

 «Si tratta evidentemente di fatti di estrema gravità che però  non devono farci cedere alla tentazione di giudizi sommari o  scambiare le opportune indagini con sentenze di condanna  definitiva - sostiene l'arcivescovo La Piana - Desidero inoltre  precisare, per evitare inopportune confusioni, che si tratta di  un frate (non sacerdote) appartenente ad un ordine religioso di  diritto pontificio e quindi non sottoposto all'autorità del  Vescovo diocesano ma soltanto a quella dei suoi legittimi  superiori religiosi». «Sono in contatto continuo, pertanto, con  il superiore provinciale dell'ordine dei Padri domenicani che  sta valutando la situazione con assoluta serietà in vista di  eventuali provvedimenti canonici da prendersi dopo aver  accertato i fatti - aggiunge - Seguo personalmente l'evolversi  della vicenda, con preoccupazione e serietà, nell'attesa che le  autorità competenti, nelle quali ripongo la massima fiducia,  accertino la verità».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X