COMUNE

Messina, polemiche dopo l'aggressione degli ambulanti al sindaco Accorinti

di
Ieri era esplosa la rabbia dei venditori sprovvisti di licenza: spintoni e offese al primo cittadino; la segretaria afferrata per il collo e fatta cadere a terra

MESSINA. Spinte e offese al sindaco Accorinti, la segretaria afferrata per il collo e gettata a terra, aggrediti anche i vigili urbani intervenuti. Un busto all’interno della stanza del primo cittadino scagliato sul pavimento e danneggiato insieme a un tavolino e alle porte. È stato il caos ieri mattina a Palazzo Zanca dove il secondo giorno di protesta degli ambulanti è degenerato in qualcosa che al Comune non si era mai visto negli ultimi anni.

Il blitz di martedì scorso di carabinieri e polizia municipale nei rioni Minissale, Contesse e Cep contro i venditori di frutta e verdura sprovvisti di licenza - che ha portato alla multa di tre persone e al sequestro di 3.5 kg di merce per un valore di circa 7.500 euro - ha scatenato l’ira di un gruppo di ambulanti, presenti una ventina di donne, che hanno provocato il panico al municipio; solo il successivo intervento di polizia e carabinieri in soccorso a vigili urbani e Digos ha evitato il peggio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X