PROCURA DI MESSINA

Incendi a Caronia, chiesto il rinvio al giudizio degli indagati

Nel mese di marzo le indagini dei carabinieri avevano portato all'arresto di Giuseppe Pezzino, sottoposto poi ai domiciliari e ad un avviso di garanzia per il padre

CARONIA. La Procura di Messina ha chiesto il rinvio a giudizio per Giuseppe Pezzino, 26 anni e il padre Antonio 55 anni, con l'accusa di incendio, danneggiamento seguito ad incendio, truffa, concorso in truffa e procurato allarme sociale. I due sono indagati per gli incendi che nel 2014 hanno colpito alcune abitazioni della frazione di Canneto a Caronia (Me) e che erano considerati «inspiegabili».

Nel mese di marzo le indagini dei carabinieri avevano  portato all'arresto di Giuseppe Pezzino, sottoposto poi ai domiciliari e ad un avviso di garanzia per il padre. Per i danni provocati dagli incendi alcuni abitanti avevano ottenuto dagli enti preposti cospicue somme di denaro a titolo di risarcimento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X