CONTI IN ROSSO

Buco da un milione di euro, indagine al Comune di Barcellona Pozzo di Gotto

di

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Continua la battaglia legale da parte dell'amministrazione comunale di Barcellona per evitare il pignoramento di un milione e 100 mila euro delle risorse disponibili in cassa. Allo stesso tempo, per accertare le eventuali responsabilità, è stata richiesta una relazione alla dirigente dell'ufficio contenzioso, rispetto alla gestione della procedura che ha reso esecutivo il debito del Comune nei confronti di un cittadino per un esproprio giudicato irregolare.
Dopo che il giudice per le esecuzioni del tribunale di Barcellona, Maria Impera, ha rigettato il primo ricorso presentato contro il pignoramento da un milione e 100 mila euro, notificato agli uffici comunali il 30 giugno scorso, con cui si chiedeva la sospensiva del provvedimento, l'avvocato Rino Nania, nominato d'urgenza dal sindaco Roberto Materia, domani mattina presenterà una nuova istanza di sospensione del pignoramento, questa volta indirizzata al collegio giudicante dello stesso tribunale, per chiedendo una sospensione del pignoramento ed il rinvio nel merito sulla procedura.

Tra le motivazioni che giustificano la richiesta da parte del difensore dell'Ente Locale c'è sopratutto il rischio della mancata erogazione degli stipendi e del pagamento delle somme destinate ad alcuni servizi essenziali, a partire dalla manutenzione ordinaria della città.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X