INFRASTRUTTURE

Tremestieri, il "porto delle sabbie"

di
Almeno 10 mila metri cubi di materiale si sono depositati in una delle invasature. L’assessore al Territorio Croce: «I lavori di dragaggio saranno autorizzati»

MESSINA. Ad un passo dall'insabbiamento il porto di Tremestieri. Almeno diecimila metri cubi di sabbia si sono depositati in una delle invasature. Basta un altro soffio di scirocco per mettere fuori uso il porto. L'autorità portuale è pronta ad effettuare il dragaggio ma senza il via libera da Palermo nulla da fare. L'utimo intervento è stato effettuato ad aprile e questo costituisce quasi un record (cinque mesi di attività ininterrotta) ma la Regione, e precisamente l'assessorato al Territorio non ha ancora autorizzato i lavori. Rischiamo di essere invasi per l'ennesima volta dai Tir. Se non si effettuerà il dragaggio nelle prossime ore la chiusura del porto di Tremestieri è scontata.

«La pratica dell'autorità portuale sta seguendo l'istruttoria — spiega l'assessore al Territorio Croce- è solo questione di giorni». Il porto di Tremestieri, negli anni, ha mostrato tutta la sua vulnerabilità. Nel 2011, una commissione di superesperti, ingaggiata dall'Autorità portuale, esaminò progetto ei lavori del porto ed arrivò ad una conclusione che fu consegnata oltre che all'Autority anche alla magistratura: progetto e lavori non sono stati fatti a regola d'arte.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X