DAI LETTORI

Palermo, rifiuti ingombranti accanto ai cassonetti: marciapiede "vietato" ai pedoni

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute.

 

Rifiuti/1062

  • Samuel
    In merito al fenomeno delle auto abbandonate volevo chiedere: a chi è possibile indirizzare le segnalazioni? Sono numerose le autovetture prima abbandonate e poi ridotte a scheletro in città.

Gentile signor Samule le segnalazioni di auto abbandonate e carcasse vanno inoltrate al comando della polizia municipale. I vigili effettueranno le verifiche e successivamente daranno l'autorizzazione alla Rap per rimuovere i mezzi. Sono state trenta le carcasse di automobili rimosse dalle strade della città nel mese di ottobre , secondo i dati della Rap, sette le carcasse di motorini. Da gennaio ad oggi, dunque, le squadre dell'azienda che si occupa dell'igiene ambientale, hanno rimosso dopo i controlli da parte della polizia municipale 173 carcasse auto e 70 carcasse moto. Molte delle auto abbandonate, spesso, vengono occupano le strade del centro storico, diventando dimora di clochard e nella maggior parte dei casi anche ricettacolo di sacchetti di immondizia. Per non parlare dei rischi maggiori, dato che in molte occasioni le carcasse vengono incendiate. Tutto questo perché da anni si attende un bando, più volte annunciato, per procedere all'assegnazione del servizio di rimozione carcasse di veicoli a costo zero, ma l'assessorato all'Ambiente guidato da Cesare Lapiana non ha ancora redatto il testo definitivo. Nell'attesa, la rimozione continua ad essere affidata alla Rap.

 

  • Anna Balistreri da via Gioacchino Di Marzo
    Sono numerosi i disagi provocati in via Gioacchino Di Marzo, all’angolo di via Sciuti. La discarica si forma continuamente. Cartoni per terra e rifiuti di ogni tipo
  • Maurizio Castagnetta da via Quintino Sella
    In via Quintino Sella il marciapiede non è percorribile a causa di rifiuti ingombranti abbandonati accanto ai cassonetti. Siamo accanto all'istituto autonomo delle case popolari (nella foto)

 

Servizi/161

  • Giuseppe Duca
    Contro il depauperamento dei mari e la diminuzione della pesca prima che scompaiono le specie credo che bisognerebbe fermare la pesca per due anni, dando un contributo ai pescatori di 800 euro per vivere. Può sembrare assurdo, ma è l’unica soluzione.

Segnalate alla pagina Facebook di Ditelo a Rgs, su Twitter @diteloargs o via mail a ditelo@gds.it. Per scrivere al sito: web@gds.it.

 

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X