SOCIETA' PARTECIPATA

Agenzia delle entrate, maxi cartella a Messinambiente

di

MESSINA. L'agenzia delle entrate rischia di sbancare Messinambiente e, di conseguenza il Comune, socio al 99 per cento della società di smaltimento e spazzamento dei rifiuti. Il tribunale civile si è riservato la decisione sulla richiesta di sospensiva del pignoramento effettuato dall'agenzia. Ed il Comune non si è costituito parte civile nel procedimento.

Una spada di Damocle sulla testa di palazzo Zanca alle prese con una situazione di predissesto finanziario e in attesa che la commissione ministeriale approvi il piano di rientro decennalle che comprende quasi 400 milioni di debiti. A dare notizia dello stato di avanzamento del precetto avanzato nei confronti di Messinambiente da parte di riscossione Sicilia e quindi dall'agenzia delle entrate, la consigliera del gruppo Misto Antonella Russo. Una nota è stata inviata al prefetto, al sindaco, ai revisori dei conti, all'assessore alle partecipate, a Messinambiente. La Russo vuole sapere a quanto ammonti la sorte capitale del debito e a quanto gli interessi, e se siano stati ravvisate responsabilità da parte dei dirigenti che si sono susseguiti nel tempo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X