LA VERTENZA

Messina, la protesta degli ex Ferrotel sale sui tetti

di
Da anni attendono una ricollocazione dalle Ferrovie, ma non si è mai concretizzata. Oggi una riunione con l' assessore regionale Pistorio e Trenitalia

MESSINA. Nuova clamorosa protesta degli ex Ferrotel. I venti lavoratori che aspettano da anni una ricollocazione dalle Ferrovie attraverso la mediazione della Regione sono saliti sul tetto della Stazione Centrale minacciando di buttarsi giù. Dalle 10 alle 14,30, muniti di megafono, gli ex addetti alla gestione delle Case Albergo ferroviarie sono rimasti sul tetto e sono scesi soltanto quando la prefettura ha reso noto dell' incontro previsto oggi alle 16 all' assessorato regionale ai Trasporti per occuparsi della vertenza che stancamente va avanti da anni.

«Siamo ancora qui pronti a fare un gesto insano - hanno gridato i lavoratori - se non riusciamo amante nere le nostre famiglie non ha più senso vivere». Michele Barresi dell' Orsa Trasporti: «La situazione si protrae ormai da 4 anni, sono la faccia della latitanza della politica siciliana, basti pensare che ben 4 assessori regionali ai Trasporti si sono succeduti e tutti avevano promesso con il nuovo contratto di servizio con le Ferrovie che questi lavoratori sarebbero stati ricollocati».

Un anno fa sempre gli ex Ferrotel avevano bloccato, e non era la prima volta, i binari della stazione centrale ferroviaria. Si tratta di personale che dal 2011 non ha più posto di lavoro né sussidio e che non sa come sfamare le famiglie.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X